Dove vuoi andare?

Hachiko il mio migliore amico

Hachiko il mio migliore amico

Vi ricordate la commovente storia di Hachiko, il cane di razza Akita famoso per essere sempre stato fedele al suo padrone? Si tratta di una storia vera e oggi ve la raccontiamo noi di vacanzeanimali.

Hachiko nacque il 10 novembre del 1923, era un esemplare di Akita Inu bianco. Appena compiuti due mesi, il cucciolo venne adottato da Hidesaburo Ueno, professore presso l’Università di Tokyo, che decise di portarlo nella sua casa a Shibuya.
Il padrone faceva il pendolare per esigenze di lavoro e ogni mattina andava in stazione per prendere il treno, ma nel tragitto non era mai da solo. A fargli compagnia ci pensava il suo fedele amico Hachiko, che lo accompagnava tutti i giorni e ritornava ad aspettarlo a fine giornata lavorativa.Nel 1925 purtroppo il suo padrone morì per via di un ictus durante una sua lezione all’Università. Ma nonostante la morte del padrone, Hachiko tutti i giorni continuava a presentarsi in stazione alle cinque del pomeriggio (orario di rientro del padrone dal lavoro), ma il cane attendeva invano il suo ritorno.

Il tempo passava e Hachiko ritornava in stazione comunque; così, il capostazione di Shibuya iniziò ad accorgersi di lui e cercò di accudirlo insieme ad altre persone che quotidianamente prendevano il treno e iniziarono a prendersi cura di lui, offrendogli coccole e cibo.
Gli anni passavano, ma il cane continuava a tornare in stazione per rivedere il padrone e per questo motivo Hachiko iniziava ad essere famoso; la gente si recava a Shibuya semplicemente per poterlo accarezzare. Nel 1934 venne realizzata una statua di bronzo in suo onore e venne posta alla stazione di Shibuya.

Ma l’8 marzo del 1935 Hachiko venne ritrovato in strada morto, aveva undici anni. La notizia della sua morte venne inserita in tutte le prime pagine dei giornali giapponesi e venne dichiarata giornata di lutto nazionale nel ricordo della sua fedeltà nei confronti del padrone.
Il corpo di Hachiko è stato preservato ed esposto al Museo Nazionale di Natura e Scienza, a nord-ovest della stazione; mentre, alcune delle sue ossa sono sepolte nel cimitero, accanto alla tomba del padrone.
Tutti gli anni l’8 marzo viene ricordata la sua morte con una cerimonia organizzata per ricordarlo.

Articolo del: 11/08/2017

I Partners di Vacanzeanimali.it
Vacanzeanimali.it
Cane e gatto
© 2009-2017 Trexya
P.IVA 02869380549